La mignottocrazia e il mancato orgoglio generazionale

La mignottocrazia lucana è sempre esistita.

Chi non ha fatto sfoggio di collaboratrici con cosce lunghe e curve sinuose  era considerato un  perdente se non un impotente.

La difficoltà degli inquirenti è ciclopica.

Spulciare tra i mille rivoli di spese con una permissiva (a dirlo, eufemisticamente) legislazione che accetta copie e fotocopie di discutibili acquisti è impresa sovrumana.

Tutta la mia solidarietà va  al lavoro certosino degli inquirenti che tra i tanti meandri regolamentari sono riusciti a stralciare le “spese illegali”.

Da decenni, se non da un trentennio i gruppi consiliari della regione e delle Province sguazzano nel facile rimborso onnicomprensivo.

Il capo-gruppo, questo fantomatico personaggio, il più delle volte, capogruppo di se stesso, aveva spiccate qualità taumaturgiche.

Ricordo che nell’Amministrazione Provinciale di Potenza (tanto amata dal geom Zappacosta) oltre trenta anni fa i capi gruppo, oltre ad avere il dono dell’ubiquità consegnavano copie di ricevute fiscali di ristoranti fuori città, pur essendo residenti e domiciliati in Potenza.

Come si nota il peccato originale dei gruppi consiliari è secolare anche in Basilicata.

Nei miei trascorsi politici ricordo le lamentele (solo quelle) di tanti giovani lucani professionalizzati e del  precariato regionale che denunciavano le collaborazioni di tante ragazze dotate di sola “B al quadrato (Belle e bone)” nei diversi Gruppi consiliari e nelle diverse long e short list.

Qualche tempo fa prima ci aveva  colpito la mobilitazione  di oltre un centinaio di precari potentini in Piazza Duca della Verdura.

Dei tanti giovani contestatori precari  presenti solo uno di loro aveva avuto il coraggio di mostrare il  suo volto (non troppo bello secondo i canoni di Arcore).

Non potevamo e non possiamo certo accettare una simile pavidità.

La  “mia” collera pubblicata su diverse testate   verso il pecorinismo lucano di sempre non poteva cibarsi pure di precari e di  giovani professionalizzati.

Se prospera la mignottocrazia vorrà dire che prospera pure la pavidità.

E’ da secoli che sosteniamo che l’orgoglio, la dignità e la schiena dritta non sono optional.

Come tanti utopisti abbiamo creduto nel rinnovamento  e auspicavamo con il nuovo soggetto PD buoni momenti di vita e di relazioni,  dentro e fuori le istituzioni.

All’assessore Viti dobbiamo ricordare che quel  sogno di saggezza e ardimento auspicato per le nuove generazioni  si è infranto miseramente  con lo scollamento totale tra paese reale e paese legale.

Oggi  si segna  ancora di più il passo.

Nonostante le denunce l’accumulo di incarichi e la costante ricerca spasmodica di poltrone e posti al sole ci amareggia sempre più.

Le campagne di stampa su questo versante ci annoiano.

Le timide intenzioni poste in essere dai vari Conclavi del PD  non hanno mai mostrato  quel soggetto politico impegnato seriamente a un vero  esercizio alla formazione della vera cittadinanza attiva.

Una cittadinanza attiva voluta dalle migliaia di lucani  che avevano dato il loro voto in forma bulgara al PD.

Un voto al rinnovamento e  al cambiamento.

Un voto che doveva chiudere con il passato e non doveva in alcun modo governare le filiere di sempre.

Capiamo la complessità del Partito Regione,ma, lo ribadiamo per l’ennesima volta, fino alla noia siamo stanchi di comportamenti “gattopardeschi o da Marchese del Grillo” determinati solo dal tatticismo opportunistico del momento.

Bisogna aprire le porte seriamante e concretamente con una grande Convention sull’eurogeneration lucana.

Tutto quello che la timida  Eurogeneration lucana  ha strappato  in questi ultimi tempi alle Istituzioni regionali  è  stato un  dimenticato e nuovo  ” patto ” da scrivere e da programmare.

Un patto ibrido  che, forse, avrà solo una  rivoluzione terminologica.

Si chiamava   “generazione 2015”  con tante promesse e tante proposte vanificate da un  futuro sempre più incerto.

I Salesiani di Potenza  negli anni scorsi,  confermati qualche mese fa si erano  impegnati in un ciclo di azioni seminariali dall’intrigante titolo : “Tornare ad educare”.

Credo che il concetto di educazione, di umiltà e di semplicità devono soprattutto  riguardare il gotha politico lucano.

Ci siamo resi conto che le filiere e le rendite di posizione  da sempre bandite  da tutti sono state riconosciute e confermate di fatto soprattutto in questo difficle momento politico.

Gli scettici della “fusione fredda”, pur nel loro cinismo di maniera avevano ragione nonostante il  recente coinvolgimento di Restaino.

Di  Restaino ricordiamo la lunga polemica  sulle procure parallele e altro.

A noi popolo di buona volontà, non certo avvezzi alla frequenza del Palazzo della politica lucana,   non ci resta che piangere e soffrire per tanta, tanta ignavia e tanta mignottocrazia.

Da inguaribili sognatori, al contrario,abbiamo creduto che il PD sarebbe stato il nostro  “sol dell’avvenire” moderno e concreto.

Avevamo sognato una società civile lucana  fatta di tante belle occasioni e di tanto entusiasmo.

Avevamo creduto in una Woodstock in grado di accompagnare un socialismo  più moderato e più maturo.

Ci siamo svegliati con i politici di sempre e con una voglia matta di fuggire, confermata, qualche tempo fa, perfino, dall’Azione Cattolica potentina.

La “cosa rossa” scaturita da alcune ipotesi  della sinistra estrema non ci ha mai interessato.

Era   il solito  pachiderma  di sempre fatto da  Politici con piu mandati parlamentari,  Assessori e Dirigenti regionali, quelli più bonificati e più  privilegiati dalla prima repubblica,  intellettuali snob, con signore ,animatrici di salotti bene e di stanche e sparute contestazioni, staccati  anni luce dal paese reale.

Altri  presunti  “compagni” che ancora oggi tuonano sulle pagine della stampa locale  non hanno mai conosciuto lavori umili e “catene di montaggio”, sono quei figli d’arte  vissuti  negli agi della borghesia potentina …  folgorati dal Socialismo , in età  molto  matura  , con un ruolo pubblico e un portafoglio “ricco e duraturo “.

E’ un quadro deprimente che si commenta  da solo.

Per queste ragioni vogliamo rinnovare alle persone di buona volontà i nostri sacrosanti principi.

Principi che vanno in una unica direzione:SERIETA’ e DIGNITA’ per tutti i lucani seri.

La mia vuole essere una semplice e forse troppo sincera e brutale  constatazione.

Non  avevo e non ho alcuna intenzione di voler dare lezioni a qualcche politico nè ai tanti soloni della “Boria” Lucana.

Sono io che devo ancora crescere nonostante i miei maturi 60 anni.

Sono io che non ho capito  ancora niente della realtà che ci circonda ,sono e  resto un inguaribile sognatore,  riformista  e  liberal, forse con qualche ” attributo”.

Mauro.Armando.Tita@alice.it

51
0

Post Correlati

Lascia una Risposta

Categorie

Instagram

Arriva il natale, magia di eventi a Ruvo del Monte.
#nonfarteloraccontare❗️ #mercatinidinatale #animazionebimbi #burattini
Arriva il natale, magia di eventi a Ruvo del Monte.
#nonfarteloraccontare❗️ #mercatinidinatale #animazionebimbi #burattini

Arriva il natale, magia di eventi a Ruvo del Monte.
#nonfarteloraccontare❗️ #mercatinidinatale #animazionebimbi #burattini

51
0
1 giorno fa
View on Instagram |
1/9
Tramonto ruvese.
Buona domenica!
Grazie per aver immortalato questo bellissimo momento.
Pic @antonio_cenni

Tramonto ruvese.
Buona domenica!
Grazie per aver immortalato questo bellissimo momento.
Pic @antonio_cenni

51
0
3 giorni fa
View on Instagram |
2/9
Intitolazione dell'anfiteatro alle vittime del 23 novembre 1980.
#ruvodelmonte #intitolazione #vittime

Intitolazione dell'anfiteatro alle vittime del 23 novembre 1980.
#ruvodelmonte #intitolazione #vittime

51
0
4 giorni fa
View on Instagram |
3/9
Il Rufria...
La squadra, con i dirigenti e il mister.

#cheese #forza #squadra #noitifiamoruvo #ruvodelmonte
📷 @giotri97

Il Rufria…
La squadra, con i dirigenti e il mister.

#cheese #forza #squadra #noitifiamoruvo #ruvodelmonte
📷 @giotri97

51
0
1 settimana fa
View on Instagram |
4/9
A.S.D. RUFRIA 2018
Ecco i convocati per la gara di coppa.
20 novembre ore 16.00 SAN FELE

A.S.D. RUFRIA 2018
Ecco i convocati per la gara di coppa.
20 novembre ore 16.00 SAN FELE

51
0
2 settimane fa
View on Instagram |
5/9
Buongiorno amici.

Buongiorno amici.

51
0
2 settimane fa
View on Instagram |
6/9
Buongiorno.
#proloco #ruvodelmonte #timeless #clock #basilicataturistica

Buongiorno.
#proloco #ruvodelmonte #timeless #clock #basilicataturistica

51
0
2 settimane fa
View on Instagram |
7/9
" ti insegneranno a non splendere.
E tu, splendi invece."
#ruvodelmonte #prolocounpli #basilicataturistica #basilicatadascoprire #lucaniagram 
Grazie @giovannigraziadei per questo scatto.
@lucanum_ @ig_basilicata_ @basilicatawelcome @basilicataturistica @basilicataeventi @basilicata_dascoprire

" ti insegneranno a non splendere.
E tu, splendi invece."
#ruvodelmonte #prolocounpli #basilicataturistica #basilicatadascoprire #lucaniagram
Grazie @giovannigraziadei per questo scatto.
@lucanum_ @ig_basilicata_ @basilicatawelcome @basilicataturistica @basilicataeventi @basilicata_dascoprire

51
0
2 settimane fa
View on Instagram |
8/9
<< Buona notte Madonnina mia,
Tu sei la Mamma mia:
Immacolata Concezione dammi la santa benedizione: nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.>>

<< Buona notte Madonnina mia,
Tu sei la Mamma mia:
Immacolata Concezione dammi la santa benedizione: nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.>>

51
0
3 settimane fa
View on Instagram |
9/9

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie

11
11
11
11
11
11
11
11
11